In MTB a Masso alla Quata ed al Molino di Moncione

Presento oggi un bel itinerario in MTB attorno al Monte Perone (isola d’Elba). L’itinerario è stato percorso oggi da me e da mio cognato Paolo.

Premetto che lunghi tratti del percorso sono da percorrere a piedi in quanto non sono pedalabili inoltre lunghi tratti del sentiero 35 sono chiusi dalla vegetazione e quindi si procede con una certa difficoltà.

percorso_1.jpg
Il percorso completo misura circa 30 km e ad andatura tranquilla occorrono circa 4 ore.
La partenza è dal lungomare di Marina di Campo. Si procede sul lungomare seguendo le indicazioni per Procchio. Sul rettilineo che costeggia l’aeroporto, subito dopo il dosso, prendere la prima traversa a sinistra (segnaposto 0). Da qui la strada inizia a salire velocemente prima su asfalto e poi su sterrato. Seguire la strada forestale per circa 4 chilometri fino ad arrivare alle prime case di Sant’ilario. Prima di entrare in paese svoltare a destra in via del Casotto su una ripida rampa in cemento (segnaposto 1).
 
Dopo poche centinaia di metri, la strada diventa sterrata e prosegue fino a raggiungere l’area attrezzata per pic nic quasi in vetta al Monte Perone (segnaposto 2). Fin qui il percorso coincide con la prima parte di quello della Marathon Elba Ovest che, come ogni anno, si corre nel mese di ottobre.  
IMG_0961.JPG
IMG_0962.JPG
A questo punto dovete attraversare la strada asfaltata e continuare in decisa salita
IMG_0967.JPG
fino all’incrocio con il sentiero n. 7 (segnaposto 3)
IMG_0968.JPG
Si segue quindi il sentiero 7 che porta fino a Masso alla Quata (755 mt di altitudine). Il sentiero alterna tratti pedalabili a tratti da fare a piedi. Ecco qualche foto del sentiero 7.
IMG_0970.JPG
IMG_0980.JPG
IMG_0986.JPG
IMG_0978.JPG
IMG_0979.JPG
IMG_0985.JPG
IMG_0998.JPG
Ed ecco il caprile a Masso alla Quata ed il panorama spettacolare che si gode da lassù.
 
IMG_0992.JPG
IMG_0996.JPG
Da Masso alla Quata si perde rapidamente quota grazie ad un bellissimo single track
IMG_0999.JPG
che si snoda con stretti tornanti nel bosco. Il sentiero termina incrociando una strada forestale (segnaposto 5). A questo punto si può girare a destra sulla strada forestale per andare direttamente in direzione delle Piane del Canale oppure si può prendere a sinistra per arrivare con un altro single track fino alla strada asfaltata. All’ingresso sulla strada asfaltata c’è una fontana dove è possibile fare rifornimento di acqua (segnaposto 6). A questo punto si segue per circa un  chilometro la strada asfaltata in discesa fino ad incrociare a destra una strada forestale (segnaposto 7). La strada, seppur in salita, è agevole e facilmente pedalabile e va seguita andando dritti a tutti gli incroci.
IMG_1000.JPG
Al termine della salita, superato l’incrocio (andando dritti) per Pietra Murata (bellissimo punto panoramico dove è presente un caprile ben conservato),
IMG_1001.JPG
inizia la discesa lungo il sentiero 34 (segnaposto 8)
IMG_1005.JPG
Purtroppo solo la prima parte della discesa è percorribile in bicicletta infatti dopo poco il sentiero diventa stretto e molto molto dissestato. Almeno 400 metri di sentiero sono pertanto da fare a piedi. Dopo questo tratto si arriva all’incrocio con il sentiero 35 (segnaposto 9). Occorre quindi girare a sinistra sul 35. Il sentiero che porta fino al Molino di Moncione e poi fino a San Piero ha un buon fondo ed è in leggera discesa però anche questo tratto è difficilmente percorribile in quanto la vegetazione lo ha ristretto quasi fino alla chiusura in larghi tratti. Ecco qualche foto del 35
IMG_1009.JPG
IMG_1010.JPG
IMG_1012.JPG
IMG_1011.JPG
IMG_1017.JPG
Il sentiero, come detto, passa dall’antico Molino di Moncione
IMG_1023.JPG
IMG_1025.JPG
 
e arriva (con ulteriori tratti molto chiusi dalla vegetazione)
 
IMG_1028.JPG
IMG_1035.JPG
 
 
fino al campo sportivo di San Piero.
A questo punto si segue il lato lungo del campo di calcio e si gira a sinistra lungo una strada sterrata che porta a San Piero. Superato il paese si scende lungo una ripida discesa asfaltata. Quando si arriva all’incrocio con la provinciale si attraversa la strada e si prende un sentiero in discesa (segnaposto 11) (l’ingresso è su cemento) che porta di nuovo a Marina di Campo.
 
Ecco la traccia GPS in formato kml (compresso con winzip) masso alla quata- molino moncione 23-05-2010.zip
Attenzione: consiglio di affrontare il percorso sopra segnalato solo in compagnia, con una buona scorta di acqua e con una buona bicicletta (preferibilmente da All Mountain) e soprattutto, nei periodi estivi, consiglio di evitare le ore più calde. Il percorso presenta molti tratti particolarmente impegnativi e molti da fare a piedi ma i panorami che potrete scorgere ed i posti che visiterete vi sapranno forse far dimenticare la fatica.
 
Aggiornamento 2-12-2012: il sentiero tra Pietra Murata ed il Molino di Moncione e da lì fino alle cave di San Piero è stato ottimamente pulito e rispristinato. Ora si passa agevolmente. Un breve tratto di discesa di circa 200 metri resta molto impegnativo. Io l’ho fatto a piedi. Il resto è ora praticamente tutto ciclabile. Ciao. Lorenzo 
In MTB a Masso alla Quata ed al Molino di Moncioneultima modifica: 2010-05-23T19:24:00+02:00da martaelorenzo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento